Coltivare la Peperomia Scadens Variegata

La peperomia comprende più di 1000 specie tutte molto diverse tra loro. La peperomia scadens variegata ha delle belle foglie bordate di bianco. A volte possono essere albine cioè del tutto bianche. La cascata di queste foglie renderà di sicuro più bella la tua veranda.

Questa bella piantina potrai coltivarla in vaso meglio sarebbe se tu potessi sospendere il vaso ad una parete poichè le foglie della peperomia sono decombenti, cioè crescono come una cascata verso il basso. Non si può dare alcun sostegno per farle crescere verso l’alto poichè un qualsiasi sostegno umido potrebbe facilmente far marcire i carnosi rametti. Dovrai posizionarla in in posto molto luminoso ma non dovrà ricevere i raggi del sole diretto, in genere tutte le piante con fogliame chiaro non ama i raggi del sole, quindi le riserverai un posto semi ombreggiato. Come in molte specie di piante più la luce scarseggerà più gli internodi (lo spazio che intercorre tra una foglia e un’altra) diventeranno più lunghi e le foglie iventeranno più piccole. Quindi dovrai dare molta luce per vederla rigogliosa. Le temperature minime che sopporta sono non inferiori a 15 gradi.

Oltre alla luce è importare dare al questa pianta un terriccio molto drenato, l’acqua dovrà scorrere agevolmente tra di esso e quindi mischierai terra di foglie e torba alle quali aggiungerai la sabbia. Con questo terriccio eviterai che le radici marciscano. Le innaffiature dovranno essere diradate in inverno e abbondanti in estate, dove col termine abbonante non voglio dire che dovrai mettere in ammollo la pianta ma che non dovrai dimenticare di innaffiarla. Nel caso in cui l’ambiente in cui crescerà la tua peperomia sarà poco umido potrai innalzare l’umidità mettendo nel sottovaso dei piccoli ciottoli e argilla espansa su cui poggerai il vaso avendo cura che il livello dell’acqua non arrivi a toccare il vaso. L’acqua dovrà evaporare e non essere assorbita dal terreno attraverso il foro di drenaggio.

Se vorrai ottenere una giovane piantina lo potrai fare in primavera o in estate. Ti basterà staccare una talea di circa 10 cm dalla pianta madre che metterai in un miscuglio di torba e sabbia che manterai leggermente umida ad una temperatura di 18/20°C. Le talee con fogliame albino non attecchiranno, quindi dovrai prendere un fusticino che abbia un po’ di venature verdi, poichè la mancanza di clorofilla non permette il radicamento. Quando la talea sarà radicata, dopo circa un mese e mezzo, potrai trapiantarla in un vaso con terriccio simile a quello della pianta madre.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *