Come Fare la Manutenzione Ordinaria e Straordinaria di una Lavatrice

La lavatrice è forse l’elettrodomestico più utilizzato nelle case, ci dà una grossa mano e ci facilita di molto il lavoro casalingo. Come tutti gli elettrodomestici, bisogna considerare però una sua corretta e regolare manutenzione.

Le manutenzioni da effettuare sulla lavatrice sono di due tipi, quelle ordinarie e quelle straordinarie. Vediamo per prima cosa la manutenzione ordinaria da effettuare per far si che questo elettrodomestico funzioni al meglio, per prima cosa occorre sapere che il nemico numero uno della lavatrice è il calcare, di conseguenza è necessario mantenere pulite alcune parti come per esempio la pompa, la resistenza e i tubi, perchè il calcare può depositarsi su queste parti e causarne sia il malfunzionamento che la corrosione

. La soluzione più efficace per ovviare questo problema è installare dei dispositivi anticalcare direttamente al rubinetto che porta l’ acqua dentro la lavatrice.

Si tratta di dispositivi a base di magneti che rompono i cristalli di carbonato di calcio trasformandoli in aragonite che poi si scioglierà nell’ acqua oppure dispositivi che hanno la capacità di trasformare il carcare in cristalli amorfi e quindi privi di pericolosità per la lavatrice.

Altro accorgimento da adottare per la manutenzione ordinaria della lavatrice è mantenere pulita la vaschetta del detersivo aiutandosi con uno spazzolino per eliminare ogni residuo di detersivo e sporco, è utile in questo caso usare una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio. Quando la lavatrice termina il lavaggio è meglio lasciare leggermente aperto il cestello per arieggiarlo un pò.

Oltre ad avere dei problemi di tipo chimico, la nostra lavatrice può avere dei problemi di tipo meccanico, in questo caso le parti interessate sono la guarnizione, la cinghia di trasmissione e la resistenza.

La guarnizione usurata offre un segnale molto chiaro perchè la lavatrice farà acqua da tutte le parti durante il lavaggio, per cui l’ unica soluzione è sostituirla con un nuova, una cinghia usurata è il risultato proprio per il suo utilizzo costante e si presenta con dei tagli, segno inequivocabile che deve essere sostituita.

Il procedimento è abbastanza semplice. Occorre estrarre la ghiera di protezione anteriore dove all’interno vi è la guarnizione, sostituirla e avvitare nuovamente la ghiera con le viti.

Se invece la lavatrice comincia a fare strani rumori allora è il momento di cambiare la cinghia di trasmissione, operazione un pò più complicata ma che si può fare anche a casa.

Per cambiare la cinghia occorre smontare la parte esterna posteriore della lavatrice, togliendo le viti. Aiutandosi con la chiave inglese bisogna allentare i bulloni che bloccano il motore e dopo di ciò si estrae delicatamente la cinghia usurata e la si sostituisce facendo attenzione che la cinghia sia ancorata sia alle pulegge del motore che del cestello.

Fatto questo bisogna rimontare i bulloni al motore e le viti che abbiamo svitato in precedenza. Un altro problema meccanico potrebbe essere la resistenza che non scalda più l’ acqua, in questo caso, bisogna estrarla scollegando i morsetti dai conduttori.

Se la resistenza è solo sporca e incrostata la si può semplicemente pulire con una soluzione di acqua e bicarbonato, mentre se la resistenza risulta bruciata allora bisognerà sostituirla acquistandone una nuova.

Per rimontarla basterà fare il processo all’inverso seguendo questa guida su come sostituire la resistenza di una lavatrice.

L’ ideale è sistemare la lavatrice su di una superficie piana in modo da non dare modo all’ elettrodomestico di sobbalzare durante il suo lavoro, perchè potrebbe danneggiarsi internamente.

Queste sono le manutenzioni da effettuare per il funzionamento corretto dell’ elettrodomestico più usato nelle nostre case e per prolungarne la durata, visto i costi che hanno questi apparecchi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *