Come Guidare un Camper

Se per la prima volta hai acquistato un camper, dopo anni di guida al volante di una auto, troverai alcune difficoltà nell’utilizzo e in particolare modo, durante le manovre. Se il camper è di nuova generazione, fornito di tutte le componenti moderne, sarà solo questione di fare un minimo di esperienza. Diverso è se, il camper acquistato, risale agli anni ottanta o novanta. Vedi alcuni consigli.

Se hai acquistato un camper di nuova generazione, la guida ti apparirà molto simile a quella della tua automobile. Dovrai però comunque prestare attenzione ad alcune semplici regolazioni. Il sedile, ad esempio, va regolato in posizione ergonomica comoda ma che permetta di manovrare e raggiungere le strumentazioni del cruscotto senza movimenti accentuati o bruschi.

I retrovisori, vanno indirizzati in modo tale da rendere visibili quelli che camionisti e camperisti individuano come angoli cechi di manovra. Il retrovisore sinistro del camper, devi puntarlo sull’angolo sinistro della cellula, aperto leggermente in fuori, per vedere chi ti sta sorpassando, e orientato ad altezza media sul piano orizzontale. Il retrovisore destro, va puntato sullo spigolo destro della cellula ma, diversamente dal sinistro, conviene orientarlo in posizione medio alta. Perchè? I camper sono alti e conviene vederne la maggiore superficie possibile.

Nel camper, tieni un generatore portatile, per evitare appiedamenti dovuti a consumi eccessivi di corrente, e per poter regolare pressione gomme e ammortizzatori ad aria (se presenti). Salire su un traghetto, ad esempio, potrebbe richiedere un gonfiaggio provvisorio di gomme e ammortizzatori, per non toccare sul fondo. Quando guidi, attenzione alle piante, ai rami, in montagna alle rocce sporgenti, a tutto ciò che sul lato destro può letteralmente rovinarti la cellula. Apri sempre le finestre dell’interno e tira le tende in modo da avere il massimo della visibilità. Vai piano, manovra sempre lentamente e tutto andrà bene.