Come Richiedere la Domiciliazione Bancaria della Bolletta Telecom

La domiciliazione bancaria della bolletta permette di effettuare il pagamento in modo automatico, senza la necessità di farlo ogni mese.

In questo articolo spieghiamo cosa bisogna fare. Per la realizzazione dell’articolo abbiamo utilizzato alcune delle informazioni presenti in questa guida sulla domiciliazione bancaria della bolletta Telecom su Iltelefonico.com.

Per prima cosa, per richiedere la domicilazione bancaria dovete avere aperto un conto in un qualsiasi Istituto Bancario. Dovete, inoltre, avere l’azienda Telecom come gestore della vostra linea telefonica o ADSL. Ora andate sul sito e fate l’accesso. Se non siete ancora iscritti iscrivetevi al sito cliccando su “Iscriviti subito” posta, a destra della home page del sito. Se siete già iscritti inserite la vostra username e la password ed entrate nel sito Telecom.

Entrate ora sulla vostra pagina cliccando sulla scritta “Area clienti” posta nella barra superiore del sito. Vi apparirà una pagina con il riepilogo dei dati Cliente. Cliccate su “La tua linea” posta a sinistra della pagina. Vi appare ora la pagina dove poter modificare tante voci, come trasloco, subentro, recapito fattura, etc. Andate alla voce “Domiciliazione bancaria” e cliccate a fianco su “Modifica”. A questo punto vi appare la pagina con i vostri dati, nome, codice fiscale, indirizzo, etc.

Andate alla parte inferiore della pagina ed alla voce dati del conto corrente inserite i dati del vostro conto corrente Bancario compreso il codice ABI, CAB ed il numero di conto. Barrate la casella di autorizzazione, dopo aver letto la stessa. Se avete bisogno di ulteriori informazioni cliccate sul punto interrogativo posto a fianco o ascoltate la guida.

Cliccate, infine, su INVIA per inviare alla Telecom la richiesta di domiciliazione delle bollette. Le bollette del servizioTelecom saranno, d’ora in avanti, spedite direttamente alla Banca da voi indicata e pagate il giorno di scadenza, dalla stessa.Copia delle bollette arriverà anche a voi, ma senza il bollettino di pagamento. Potete così controllare la bolletta, e nel caso di problemi chiamare il numero 187 per delucidazioni ed anche chiamare la vostra Banca per sospendere, se è il caso, il pagamento della stessa Bolletta. Potete anche, in qualsiasi momento, disdire la domiciliazione Bancaria avvisando la Telecom prima e la vostra Banca perchè non paghi più le bollette della Telecom. Con la domiciliazione, la Telecom, vi rimborserà, inoltre, l’anticipo per le chiamate pagato con la prima bolletta.

Potete attivare la domiciliazione bancaria anche chiamando il numero 187 e seguendo le linee guida o parlando direttamente con un operatore. Infine, la domiciliazione delle bollette può anche essere fatta spedendo via fax alla Telecom un modulo messo a disposizione dal sito alla voce “Info e Assistenza”. Cliccate su “Conto Telecom”. Cliccate ora su “Come pagare il conto”. Alla voce “Domiciliazione bancaria e postale” trovate il link “Scaricare il modulo di richiesta”, cliccate e scaricate il modulo di domiciliazione. Compilate questo modulo e speditelo via Fax al numero verde indicato nel modulo stesso.

Come Preparare Pasta e Ceci

Questa ricetta è molto apprezzata. Gli ingredienti sono per circa 4-6 persone. Risulta essere una ricetta che forse si faceva una volta, magari adesso è passata di moda però secondo me è sempre molto buona.

Occorrente
60 gr. di prosciutto crudo di Parma
1 cipolla rossa piccola
1 carota media
1 gamba di sedano tagliata
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaino di rosmarino
Sale e pepe
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
800 gr. di pomodori pelati in scatola
450 gr. di ceci
1 litro di brodo di pollo
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
1 foglia di alloro
1 pezzo quadrato (10 cm) di crosta di parmigiano
150 gr. di pasta “ditalini”
80 gr. di parmigiano grattugiato

Trita finemente il prosciutto crudo, la cipolla rossa, la carota, il sedano, l’aglio e il rosmarino. Metti un tegame sul fornello a fuoco medio e versaci l’olio d’oliva. Quando l’olio sarà caldo, ma non fumante, aggiungi il trito di verdure e lascia soffriggere per circa 10 minuti fino a quando le verdure saranno ammorbidite.

A questo punto versa i pelati con il liquido in un robot da cucina e tritali grossolanamente. Aggiungi le verdure soffritte insieme ai ceci scolati, al brodo di pollo, al concentrato di pomodoro, alla foglia di alloro e alla crosta di parmigiano. Condisci il tutto con sale e pepe a piacere e mescola bene.

Fai sobbollire il composto e lascialo cuocere per 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Togli la crosta di parmigiano ammorbidita, tagliala a cubetti di circa 1 cm e rimettili nella zuppa. Metti la pasta “i ditalini” nella zuppa e falla cuocere al dente. Servila nei piatti con abbondante formaggio grattugiato.

Come Preparare Crocchette di Crostacei

Qualche volta, per accontentare un po’ anche il palato, è un piacere concedersi un piccolo peccato di gola e gustarsi qualche fragrante crocchetta di crostacei, magari condividendole con gli amici più golosi. La preparazione non è particolarmente difficile ed il risultato è straordinario.

Occorrente
200 g di polpa di granchio al naturale
200 g di gamberetti precotti
2 cipollotti
2 cucchiaini di succo di limone
1 uovo
60 g di farina
1/2 cucchiaino di lievito in polvere
80 ml di birra
Sale
Olio per friggere
Salsa al chili

Per prima cosa, sgocciolate bene la polpa di granchio e i gamberetti dal liquido di conservazione e versateli in una terrina(intesa come grossa ciotola, in cui si impastano ingredienti).Dopo unite i cipollotti tritati grossolanamente, il succo di limone filtrato, una presa di sale e l’uovo leggermente sbattuto.

Successivamente, mescolate bene con un cucchiaio di legno e poi incorporate, poco alla volta, la farina setacciata insieme con il lievito. Poi ammorbidite il composto versando a filo la birra fredda e amalgamate il tutto fino a ottenere una miscela omogenea. Dopo fate scaldare l’olio in una padella e, quando avrà raggiunto la giusta temperatura, versate l’impasto poco alla volta a cucchiaiate.

Infine quando le crocchette appariranno gonfie e dorate da entrambi i lati, sgocciolate e disponetele su un foglio di carta assorbente da cucina affinché perdano l’unto in eccesso. Servitele caldissime accompagnate con la salsa al chili.
Per chi non lo sapesse come si facesse la salsa al chili (è una salsa molto piccante derivata dal peperoncino), ve lo spiego io nel prossimo passo.

Allora, versate in un tegamino 2,5 dl di acqua, unite 2 spicchi d’aglio schiacciati, 2 cucchiai di zucchero e 2 di salsa chili, portate a ebollizione e abbassate la fiamma. Aggiungete poi 3 cucchiai di farina di mais e un pizzico di pepe macinato, quindi lasciate sobbollire per 5 minuti circa, fino a quando la salsa non si sarà addensata.

Come Preparare Cupola di Verdure

Ti servono circa 40 minuti per portare in tavola come contorno questa cupola di verdure a base di ingredienti semplici, ma ricca di gusto. I pomodorini, passati al forno a caramellare, aggiungono infatti alla preparazione un sapore particolarmente gradito che si abbina bene a quello delle erbette, della cipolla e dei pinoli.

Occorrente
600 gr. di erbette fresche
80 gr. di pinoli sgusciati
10 pomodorini
1 cipolla
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Accendi il forno e portalo a 150 gradi di temperatura. Lava i pomodorini e lasciali attaccati ai piccioli. Poggiali su una teglia e condisci con una macinata di pepe e un filo d’olio extravergine di oliva. Introducili in forno e cuocili per 20 minuti. Nel frattempo metti a bollire una casseruola riempita a metà d’acqua.

Lava accuratamente le erbette, sciacquale in acqua corrente per almeno 3 volte e appena l’acqua nella casseruola sarà giunta a bollore, mettile a lessare. Scolale dopo 5 minuti e lasciale intiepidire. Estrai i pomodorini dal forno e lasciali riposare pochi minuti. Quindi, staccali dai piccioli e tagliali in pezzi grossi. Strizza le erbette, poi sbuccia la cipolla e tagliala a velo.

Mettila a soffriggere in una padella con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Aggiungi le erbette e condisci con un poco di sale e con i pinoli. Mescola e togli dal fuoco dopo 3 minuti. Prendi uno stampo per zuccotto. Disponi al suo interno i pomodorini a pezzi e gli ingredienti contenuti della padella. Metti lo stampo in forno e cuoci a 150 gradi per 8 minuti. Poi sforna la preparazione, sformala su un piatto da servizio e servila.

Come Disdire Chiavetta Tre per Risparmiare in Casa

Fino a qualche mese fa, per connettermi ad internet utilizzavo una chiavetta della tre con abbonamento.
In seguito all’attivazione di una linea telefonica fissa ho dato disdetta al mio abbonamento con la tre.
Tengo a precisare che con la tre mi sono trovato bene, l’offerta in questione mi garantiva 300 ore di navigazione al mese(per me sono più che sufficienti) e il segnale era sempre ottimo.
Premesso questo vediamo come dare formale disdetta di un abbonamento tre con chiavetta in comodato d’uso o meno.

La disdetta vaà inoltrata a mezzo Raccomandata A.R. al seguente indirizzo: H3G S.p.A. – Casella postale 133 – 00173 Cinecittà Roma

Oggetto: Disdetta contratto
Il/La sottoscritto/a ________________________ nato a _____________,
residente in _____________________________________________
Codice Fiscale: ____________________________________
Cod. Cliente/numero SIM: _________________

PREMESSO CHE

– è titolare del contratto N_________________ stipulato in data ___/___/_____ relativo al servizio __________________________________________________

VISTO

quanto disposto dall’art. 1 della Legge 02/04/2007, n. 40 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 31/01/2007, n. 7, recante misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese”

COMUNICA

formale disdetta del rapporto contrattuale con decorrenza immediata e comunque entro e non oltre 30 giorni dal ricevimento della presente.
Si allega fotocopia della carta d’identità
Distinti saluti
Luogo e data Firma

In alternativa è possibile scaricare il modulo presente in questo sito sulle disdette in questa pagina.

Qualora il vostro abbonamento preveda in comodato d’uso una chiavetta tre e la vostra disdetta pervenga dopo meno di 23 mesi di abbonamento dovrete pagare una penale.

Oltrepassata la soglia dei 23 mesi di abbonamento non dovrete pagare alcuna penale e la chiavetta rimarrà vostra.